Come scegliere l’abito da sposa in base alla location delle nozze!

Mie care future sposine, è giunto anche per voi il momento di scegliere il vostro meraviglioso abito e forse vi state chiedendo come abbinarlo perfettamente allo stile del matrimonio e alla location che sceglierete (o avete già scelto!) per il ricevimento. Naturalmente, come dico sempre alle mie spose, l’abito bianco dovrà prima di tutto incontrare il vostro gusto, emozionarvi e farvi sentire delle vere spose, come mai vi siete sentite in altri momenti e come mai vi sentirete con altri abiti. Ma attente: se siete tormentate da dubbi riguardo il tipo di abito da scegliere, perché non volete che la vostra immagine stoni con il resto delle nozze, ecco una piccola guida alla scelta del modello perfetto in base alla location per il wedding party!

tumblr

1.Per un evento in una dimora storica, un castello, una villa o un antico casale, scegliete un abito ampio: sono i classici vestiti voluminosi, tradizionali ed eleganti, con corpetto stretto, aderente e abbinato a una gonna molto ampia che definisce lo stile dell’abito da sposa principessa.

2. Per un evento all’aperto, in un giardino o un parco, scegliete un abito a ruota: si tratta di un modello composto da tanti strati di tulle o organza o duchesse sovrapposti. Questo tipo di abito ampio vi farà sentire delle vere principesse, ma lasciandovi libere di muovervi, per le vostre nozze immerse nel verde.

agoodaffair.com

3. Per un evento in stile classico romantico, in sala o in terrazza, prediligete un abito a trapezio: è il vestito con bustino aderente sulla parte alta dei fianchi, leggermente rigido e strutturato e la gonna che si allarga in maniera molto morbida dalla vita in giù. È uno degli abiti nuziali più romantici, fluido, semplice ed estremamente raffinato, si adatta a qualunque fisico perché è in grado di proporzionare le figure e può essere declinato in tanti tessuti, dalla duchesse, al mikado, alla georgette. Gli abiti da sposa a trapezio danno l’illusione ottica della lunghezza, aggiungono larghezza se siete spose dall’altezza importante e mimetizzano le curve generose.

4. Per un evento minimal o urban chic, il consiglio è di scegliere un abito sottoveste, ma solo se avete un fisico asciutto e slanciato: la sua caratteristica è la mancanza totale di volume. Questo modello, infatti, scende lungo il corpo in maniera morbida e scivolata, proprio come il capo di lingerie da cui prende il nome e il tessuto in cui è realizzato, leggero e lucido (spesso seta, raso o duchesse) avvolge la silhouette della sposa come una seconda pelle, evidenziandone le forme più pronunciate.

5. Per un evento elegante in un hotel di lusso o in una raffinata location per eventi, scegliete un abito a sirena: parliamo di un modello che fascia la silhouette della sposa fino alle ginocchia o poco più in giù e si allarga man mano che scende, proprio come la coda di una sirena. Può avere una coda più o meno lunga, multistrato oppure morbida e senza strascico. Lo scollo varia a seconda dei modelli, può essere a cuore, dritto o monospalla. Molto spesso è un abito da sposa in pizzo, adatto a una sposa che desidera esaltare il suo fisico a clessidra e le sue forme femminili e sinuose.

Wedded Wonderland

6. Per un evento bucolico o green in campagna, organizzato in una tenuta, un vigneto, in un vecchio fienile restaurato o in un’antica masseria, l’abito giusto è quello stile impero: questo modello prevede il taglio di divisione tra corpetto e gonna proprio sotto il seno, evidenziato, talvolta, da un nastro, da una cinta sottile o da applicazioni luminose. La sua struttura lo rende perfetto per chi ha un décolleté da evidenziare, ma fianchi molto generosi e pancia non proprio piatta da nascondere. Lo stile impero può avere due varianti:

  • Il peplo è un modello fluido, ma con gonna drappeggiata.
  • Il rinascimentale ha sempre il taglio sulla parte alta della vita, ma una scollatura molto generosa e maniche lunghe che si aprono a trapezio a partire dal gomito.

7. Per eventi vintage, genere Belle Époque o Great Gatsby, per essere perfettamente in tema potrete scegliere un abito charleston! Ispirato alla moda degli anni ‘30, l’abito da sposa charleston ha un taglio tutto suo. Oltre ad avere lunghezza al ginocchio, spalline sottili e scollo dritto avanti e, talvolta, una profonda scollatura dietro, questo modello ha una particolarità davvero spiritosa e originale, le balze leggere e fluttuanti, a frange sottilissime. È realizzato con tessuti leggeri e velati come chiffon, organza, seta e deve essere corredato da accessori che richiamano la moda anni ‘30 (piume, perle, cristalli swarovski). Com’è naturale, questo modello si addice particolarmente a spose giovani, sbarazzine ed eccentriche, amanti del vintage e dello stile di quegli anni, non per forza altissime e dal fisico perfetto.

blogilates

Insomma, mie care amiche, non è semplice districarsi tra stili, tessuti e modelli, ma continuate a seguirmi e leggerete sempre nuovi articoli con tanti consigli utili sugli abiti da sposa e non solo!

Alla prossima…

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *