Pillole di bon ton per il look degli sposi

Miei cari futuri sposi, questo nuovo articolo del mio blog è dedicato a voi. Se è vero che spesso le nozze sono il sogno delle spose, è altrettanto vero che un giorno così speciale e importante è il frutto di amore e complicità fra due persone che condividono il sogno di una vita insieme. Per questo, oggi vorrei rivolgermi a tutti e due i componenti della coppia e fare un piccolo ripasso di bon ton, affinché l’outfit per il loro “Sì” possa essere davvero perfetto.

Per la sposa:

  1. Niente gioielli per la sposa! Al massimo orecchini piccoli o un delicatissimo girocollo: la fede deve essere l’unica protagonista della cerimonia e per questo non è concesso indossare nemmeno l’anello di fidanzamento.
  2. Per la cerimonia in chiesa, se l’abito è molto scollato, ricordate di aggiungere un velo o una stola per il rito.
  3. I guanti sono un accessorio di eleganza estrema e di rispetto nei confronti del luogo di culto, perciò dovrebbero essere sempre indossati. I guanti vanno tolti davanti all’altare e rimessi uscendo dalla chiesa.
  4. Se le vostre nozze sono previste nei mesi invernali, sarebbe buona norma non indossare il cappotto. Optate perciò per un abito che sia in grado di sopperire alle necessità climatiche della stagione e all’eleganza che quest’occasione richiede.
  5. Ricordate a mamma, testimoni, eventuali sorelle e amiche, che sarà loro compito aiutarvi a indossare l’abito del grande giorno. Non solo, stando a quanto indicato dall’etichetta, l’abito da sposa andrebbe indossato non più di un’ora prima della cerimonia.

  1. Per il bouquet, sapevate che deve essere sempre acquistato dal futuro sposo? Il bouquet, infatti, rappresenta l’ultimo dono da fidanzato e conclude il ciclo del corteggiamento. Il mazzolino potrà essere consegnato dalla futura suocera o recapitato a casa della sposa il giorno stesso delle nozze.

Per lo sposo:

  1. Cerimonia di giorno.
    Se la cerimonia e il ricevimento si svolgeranno di giorno, prima delle 17.00, lo sposo dovrà indossare un classico abito tre bottoni, con gilet e cravatta.

  1. Cerimonia di sera.
    Se l’evento si svolgerà dopo le 17.00, con annesse danze dopo la cena nuziale, lo sposo dovrà optare per un abito scuro o per lo smoking (detto anche black-tie), anche se quest’ultimo non è considerato un abito propriamente da matrimonio.

  1. Cerimonia formale di giorno.
    Se sceglierete di celebrare il vostro matrimonio con cerimonia e ricevimento formali, innanzitutto ricordate di indicarlo fin da subito anche nelle partecipazioni, in modo da farlo sapere per tempo agli invitati. Per eventi che si svolgono entro le 18.00, la scelta dovrà ricadere su un morning dress, vale a dire sul tight o il mezzo tight, abito di notevole eleganza.
  2. Cerimonia formale di sera.
    Per cerimonie formali di sera, lo sposo dovrà indossare il più elegante degli abiti, vale a dire il frac, detto anche white-tie, spesso associato ai reali o alle cene di stato.

Boutonniere.

Come nel caso delle fedi, dovrebbe essere il testimone dello sposo a occuparsi del fiore da portare all’occhiello per sé, per lo sposo e per tutti gli invitati più importanti. Il bon ton suggerisce di scegliere garofano bianco, camelia, gardenia o mughetto, anche se è sempre più diffusa la consuetudine di abbinare il fiore agli allestimenti generali scelti per caratterizzare le nozze.

Cari sposini, ancora una volta mi auguro di esservi stata di adito con questa guida rapida alle principali regole di bon ton per il look del vostro grande giorno.

Al prossimo post!

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Un commento

  1. Anche chi non deve sposarsi…leggere queste pillole di bon ton è un piacere… complimenti 👏 come sempre per l’eleganza anche del sito che seguo con interesse . Un abbraccio Carmela 😘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *