Siamo sulla Gazzetta del Mezzogiorno!

Un marchio nel segno di un percorso che documenta qualità; è una storia che cresce attraverso ciò che racconta.
Ora racconto il duro sacrificio e la vera passione per il lavoro che è stato premiato con una menzione nel volume che riconosce le 100 Eccellenze Italiane.

Un premio speciale, una menzione nella galleria delle 100 Eccellenze Italiane, il volume dell’editore Riccardo Dell’Anna che racconta le aziende italiane che si distinguono per serietà, inventiva, professionalità. Il riconoscimento è arrivato qualche giorno fa a Grottaglie a Carmela Comes fashion design di Comes Sposa con sede e cuore artistico in Piazza Verdi a Grottaglie, azienda da quasi trent’anni porta avanti il suo marchio e il suo stile nel settore della confezione artigianale degli abiti da sposa.

“Per noi è una grande soddisfazione, un riconoscimento personale e professionale che arriva dopo anni di studio, impegno e sacrifici. Trenta per la precisione. Un tempo lunghissimo – racconta la stessa stilista Carmela Comes -, dedicato con passione e dedizione alla cura dei dettagli, alla scelta dei tessuti e alla soddisfazione di chi si affida a noi per il suo giorno più importante”.

Carmela Comes approda nel mondo dell’alta moda sposa dopo aver avuto varie esperienze formative di Fashion and Textile Design
in vari ambiti professionali e recentemente impreziosito da un Master in Fashion Design. Questo lavoro è il risultato stilistico e sartoriale in cui tutte le collezioni sposa sono il frutto della sua creatività e della sua inventiva.

“Traggo ispirazione da quello che mi circonda. Ogni nuovo giorno per me diventa una fonte a cui lasciar abbeverare la mia creatività. In fondo esplorare la realtà quotidiana, un oggetto, un profumo, il cielo che si colora di una sfumatura nuova, è un po’ come innamorarsi: è la continua ricerca dei dettagli che mi fa battere forte il cuore”.
Abiti da sogno che ogni anno si rinnovano trasformando le emozioni e le suggestioni di un momento nella collezione che poi viene proposta in atelier.

“Al centro della mia passione ci sono le spose, le mie clienti meravigliose che ripongono in me fiducia e riempiono di significati importanti la mia vena creativa. Mi spendo tanto per loro. Do tutta me stessa per non deluderle mai e cerco di andare incontro alle loro esigenze consigliandole però al meglio. Per assecondare un desiderio bisogna trovare il giusto consiglio. Ogni abito nasce per la persona che lo commissiona, si modella sul suo fisico, lo valorizza, lo esalta.

La sposa deve essere perfetta. Questo muove il nostro lavoro, siamo alla continua ricerca della perfezione”.
Dall’idea, alla bozza, alla consegna per il grande giorno passa più o meno un mese.
“A volte anche di più, dipende dalla difficoltà del ricamo, dalla ricercatezza del modello. Il nostro è un tempo lento. Qui facciamo tutto a mano, con cura e amore. E’ un grande lavoro di squadra e di know how – mi si passi il termine -. Per realizzare un abito da sposa ci vuole una manualità spinta. Non ci si può improvvisare. Con me lavora un team di sarte super specializzate. Otto meravigliose signore che hanno l’oro nelle mani. Ognuna ha il suo compito, chi taglia, chi assembla, chi ricama. E’ arte, perché ogni abito sartoriale è un capolavoro costruito con attenzione e maestria su misure che vengono rispettate al millimetro”.
Arte che diventa magia per trasformare il giorno del “si” in una favola moderna.

Per celebrare la bella iniziativa, Comes Sposa ha organizzato la presentazione del volume “100 Eccellenze Italiane” in cui l’azienda è stata menzionata. L’evento si terrà sabato 2 marzo a Grottaglie nell’atelier di piazza Verdi. L’evento sarà introdotto da Mario Rigo consulente di moda nel mondo del lusso in molte aziende del settore, con gli interventi di Vincenzo Cesareo presidente di Confindustria Taranto, con Salvatore Toma presidente della sezione Tessile della stessa Confindustria; il sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò con Mario Bonfrate assessore alle Attività produttive della città delle ceramiche.

 

Maristella Massari – Gazzetta del Mezzogiorno

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *